TEATRO | L'Avaro

Venerdì 10 novembre 2017

Inizio dello spettacolo: ore 21:00

Costo dei biglietti: 10,00 € per gli adulti, 8,00 € per i ragazzi sino ai 14 anni e over 65 anni, gratuito per i bambini fino ai 3 anni

l-avaro 02

di Molière

TRAMA - Arpagone è un vecchio taccagno che, pur di non spendere, vorrebbe far sposare suo figlio Cleante con una ricca vedova e sua figlia Elisa con don Anselmo, talmente facoltoso da non esigere alcuna dote.

I suoi progetti però non tengono conto dei sentimenti dei suoi figli: Elisa è innamorata del maggiordomo Valerio, mentre Cleante spasima per Mariana, giovane e bella ma priva di dote. Su quest’ultima ha peraltro messo gli occhi anche lo stesso Arpagone. È a questo punto che il valletto di Cleante, Freccia, ruba la cassetta del denaro di Arpagone e la consegna al padrone, che pensa di restituirla in cambio di Mariana. Arpagone intanto ha accusato del furto Valerio, il quale è convinto che la collera del padrone sia dovuta alla scoperta dei suoi segreti amori con Elisa. L’arrivo opportuno di don Anselmo, che riconosce in Mariana e Valerio i figli creduti morti in un naufragio, scioglie ogni difficoltà.

L’avaro è una delle commedie più celebrate, rappresentate e imitate di tutti i tempi. Scritta nel 1668, contiene tutti gli ingredienti che rendono esilarante una pièce di teatro: il difetto maniacale del protagonista, la servitù birbantesca ed intrigante, gli amori contrastati dei giovani, la rivalità in amore tra i protagonisti, i malintesi, l’agnizione finale che risolve come un deus ex machina l’intrigo generale.

Jean-Baptiste Poquelin detto Molière è stata una figura eccezionale, contemporaneamente scrittore, attore e capocomico. Il suo teatro è una dissacrante critica della società seicentesca dalla quale nessuno si salva: i commercianti sospettosi e avari, la nobiltà oziosa e corrotta, la classe media di medici e avvocati concentrata solo sulla propria professione.

Mettendo in scena personaggi, come l’Avaro, che assurgono alla dimensione di archetipi umani e sociali, Molière innalza la riflessione da un livello individuale a un livello universale. Scatenando il riso egli ridicolizza ogni ipocrisia, come se volesse illuminare gli spettatori affinché, vedendo rappresentati sulla scena i loro propri mali e difetti, abbiano la possibilità di correggerli.

 

Regia: Christian Poggioni

Personaggi e interpreti

Arpagone: Tommaso Rega
Valerio: Jacopo Balestrini
Elisa: Francesca Cambria
Cleante: Stefano Begalli
Freccia: Veronica Autorino
Frosina: Cristina Ancona
Marianna: Luisa Rapetti
Anselmo: Christian Poggioni
Mastro Jacques: Mauro Bellotti
Il commissario: Franco De Filippi

La compagnia

Christian Poggioni

Diplomato alla Scuola del Piccolo di Milano e presso la University of Southern California di Los Angeles, ha recitato in Italia e all’estero in spettacoli diretti da registi di fama internazionale (Giorgio Strehler, Peter Stein, Massimo Castri, Antonio Calenda, Michele Abbondanza) e in diverse produzioni televisive, cinematografiche e radiofoniche. Insegna recitazione presso diverse istituzioni, tra cui l’Università Cattolica di Milano. Conduce laboratori di teatro rivolti a diverse fasce di età su tutto il territorio nazionale.

Scuola Di Teatro diretta da Christian Poggioni

La Scuola di Teatro diretta da Christian Poggioni, attiva da oltre 10 anni, è un centro permanente per lo sviluppo e la promozione dell'arte drammatica e della cultura teatrale a Como. Gli insegnanti sono professionisti provenienti dalla Scuola del Piccolo Teatro di Milano, che conducono l’allievo, con gradualità, allo sviluppo delle potenzialità espressive e alla scoperta degli strumenti dell’attore: il corpo e la voce. Il percorso biennale si conclude con la creazione di uno spettacolo teatrale che viene poi proposto sul territorio.

La Compagnia della scuola ha realizzato i seguenti spettacoli:

  • Decameron di Boccaccio (2004, 2014)
  • Inferno di Dante (2006, 2008, 2009, 2013)
  • George Dandin (2009), La gelosia del Tartaglia (2013), L’avaro (2017) di Molière
  • La congiura dei poeti (2009, 2010), recital di liriche del ‘900
  • La poesia lombarda attraverso i secoli (2009, 2010)
  • Gli zanni della Commedia dell’Arte (2009, 2011)
  • Il campiello di Goldoni (2010, 2011)
  • Amleto (2008), Re Lear (2011, 2012) e Sogno di una notte di mezza estate di Shakespeare (2015)

 

LINK:

PRENOTAZIONE ON-LINE

logo-app-prenotazioni 1

Prenota il Tuo posto on-line, al SOLO COSTO di 0,50 €, cliccando qui o sul PULSANTE AZZURRO che trovi in tutte le pagine.
La prenotazione si annulla automaticamente 10 minuti prima dell'inizio evento, per garantirTi il tuo posto prenotato presentaTi almeno 20 minuti prima dell'inizio dell'evento con la Tua prenotazione (login o codice di prenotazione). La prenotazione viene sempre effettuata con biglietto INTERO (oltre al costo di 0,50 € per la prenotazione), gli aventi diritto, in base alla tipologia di spettacolo, possono darne segnalazione in cassa prima dell'emissione del biglietto così da ottenere un RIDOTTO (oltre al costo di 0,50 € per la prenotazione)

Oltre ad aver rinnovato la grafica, Ti permettiamo di prenotare tramite l'applicazione!

Clicca qui per maggiori info riguardo l'applicazione!

Parrocchia S. VIttore Martire C.F. 91002770138

Privacy Policy

P. IVA 03485080133

Questo sito utilizza i cookie per migliorarne l'esplorazione. Inoltre, contiene servizi forniti da terze parti come Facebook, Twitter, Linkedin, YouTube, Google e utilizza "Analytics", un servizio di analisi statistica fornito da Google. I cookie utilizzati da questi servizi non sono controllati da questo sito, invitiamo quindi gli utenti a verificare le informazioni relative a tali cookie direttamente dal sito di tali soggetti terzi. Cliccando su OK e/o proseguendo nella navigazione l’utente acconsente all’utilizzo di tali tecnologie per la raccolta e l’elaborazione di informazioni in conformità con i termini di uso dei cookies. Per offrire ai visitatori dei siti web la possibilità di impedire l utilizzo dei propri dati da parte di Google Analytics, Google ha sviluppato un componente aggiuntivo per la disattivazione.

Privacy Policy