CONSERVA IL BIGLIETTO

A seguito delle ordinanze del 21 ottobre relative al rientro presso la propria abitazione entro le ore 23, la Regione Lombarida chiarisce:

Il cliente che esce dal locale prima delle ore 23.00 e che, per percorrere il più breve tragitto necessario a rientrare a casa, “sfora” il suddetto orario, non è perseguibile in quanto secondo l’art. 1 dell’ordinanza del Ministro della Salute del 21 ottobre 2020, adottata d’intesa con il Presidente della Regione, è sempre consentito il rientro presso il proprio domicilio, dimora o residenza.

La direzione del Cine-Teatro della Rosa di Albavilla INVITA tutti gli spettatori a conservare il biglietto d’ingresso fino al rientro al proprio domicilio, in modo da poterlo esibire ad una eventuale richiesta di controllo da parte delle Forze dell’Ordine.

TEATRO | La gesetta del Pasquiroeu

venerdì 12 dicembre 2014

Costo dei biglietti: 9,00 € per gli adulti, 7,00 € per i ragazzi sino ai 14 anni, gratuito per i bambini sino ai 3 anni
Inizio dello spettacolo: ore 21:00

la-gesetta-del-pasquiroeu 0

Commedia dialettale milanese

TRAMA - L'impegno di un prete, dotato di una carica umana e simpatia notevolissime, che si comporta in modo anticonformistico ma fedele all'insegnamento evangelico di stare in mezzo alla gente, la più povera, pronto a tutte le critiche pur di salvare una sua pecorella finita sul marciapiede.

Due diversi modi di vedere la missione sacerdotale: quella reale e non condizionata dai tempi in cui vive (siamo agli inizi degli anni 60), confrontata con quella del giovane nipote, anche lui prete, emblema di una Chiesa sì aperta, ma imborghesita e più portata al voler apparire che non al voler evangelizzare come si dovrebbe.

 
la-gesetta-del-pasquiroeu 2

 la-gesetta-del-pasquiroeu 1

la-gesetta-del-pasquiroeu 3

Regia: Marzio Omati

Autore: Severino Pagani
Adattamento: Marzio Omati

Compagnia Teatrale I Barlafüss

Il nome della compagna è stato scelto come una sorta di autoironia... BARLAFÜSS vuol dire cose di poco valore, “carabattole” appunto, ma anche persone che cercano di rappresentare la vita nella sua realtà cercando di far sorridere chi ha dimenticato il sorriso e divertire senza cadere nella banalità o, peggio ancora, nella volgarità che è la peggior nemica del teatro dialettale e delle compagnie che lo rappresentano.La compagnia teatrale è nata nel 1976 come "Compagnia San Carlo alla Cà Granda" con sede a Milano - Niguarda nell’omonima parrocchia.

Teatro dialettale, sì, che molti considerano teatro di serie “B”, non sapendo che, proprio nel dialetto affiora tutta la genuinità, la spontaneità, i vizi e la saggezza della gente comune, persone che incontriamo al mercato o, una volta, sul ballatoio delle vecchie case di ringhiera... ”tra il cess... e la ruera!"

Premi e riconoscimenti

  •  1° premio "El Biccochin D'or" - stagione 2009/2010
    motivazione: “Commedia interpretata da tutti molto bene con regia e sceneggiatura ben curate. La commedia ha una morale molto positiva e mette in evidenza molto realisticamente situazioni di vita. Umanità diverse ruotano intorno alla Gesetta del Pasquroeu e riescono a coinvolgere il pubblico per la credibilità delle interpretazioni.”
  • 2° Classificata "Premio teatrale S. Domingo" - 21° edizione (2010/2011)
    motivazione: “Con un’ottima scenografia a più quadri, una regia che è riuscita a valorizzare un testo sicuramente brillante già di per sè, la compagnia ha dimostrato un notevole ritmo nella recitazione dall’inizio alla fine, offrendo uno spettacolo molto gradevole.”
    menzione: Marzio Omati (don Lissander nè La gesetta del pasquiroeu)
  • 1° premio di 1° grado sez. Dialetto Rassegna G.A.T.a.L. "Premio Teatro" - edizione 2010/2011
    motivazione: “Temi storici, sempre attuali, trattati con armonioso modo teatrale da una compagnia affermata, sostenuti da una recitazione molto espressiva, aderente ai vari personaggi, un prete e il suo darsi da fare con tutti. In una scenografia ben articolata, che consente repentini e realistici cambi di ambiente, torna la nostalgica Milano che non è più.”

 

LINK

PRENOTAZIONE ON-LINE

logo-app-prenotazioni 1

Prenota il Tuo posto on-line, al SOLO COSTO di 0,50 €, cliccando qui o sul PULSANTE AZZURRO che trovi in tutte le pagine.
La prenotazione si annulla automaticamente 10 minuti prima dell'inizio evento, per garantirTi il tuo posto prenotato presentaTi almeno 20 minuti prima dell'inizio dell'evento con la Tua prenotazione (login o codice di prenotazione). La prenotazione viene sempre effettuata con biglietto INTERO (oltre al costo di 0,50 € per la prenotazione), gli aventi diritto, in base alla tipologia di spettacolo, possono darne segnalazione in cassa prima dell'emissione del biglietto così da ottenere un RIDOTTO (oltre al costo di 0,50 € per la prenotazione)

Vista la situazione di emergenza sanitaria, fino a data da destinarsi la prenotazione è GRADITA E GRATUITA

Oltre ad aver rinnovato la grafica, Ti permettiamo di prenotare tramite l'applicazione!

Clicca qui per maggiori info riguardo l'applicazione!

Parrocchia S. VIttore Martire C.F. 91002770138

Privacy Policy

P. IVA 03485080133

Questo sito utilizza i cookie per migliorarne l'esplorazione. Inoltre, contiene servizi forniti da terze parti come Facebook, Twitter, Linkedin, YouTube, Google e utilizza "Analytics", un servizio di analisi statistica fornito da Google. I cookie utilizzati da questi servizi non sono controllati da questo sito, invitiamo quindi gli utenti a verificare le informazioni relative a tali cookie direttamente dal sito di tali soggetti terzi. Cliccando su OK e/o proseguendo nella navigazione l’utente acconsente all’utilizzo di tali tecnologie per la raccolta e l’elaborazione di informazioni in conformità con i termini di uso dei cookies. Per offrire ai visitatori dei siti web la possibilità di impedire l utilizzo dei propri dati da parte di Google Analytics, Google ha sviluppato un componente aggiuntivo per la disattivazione.

Privacy Policy